Domande Frequenti

Cosa fare in caso di sinistro stradale, grave e non?

La prima cosa da fare in qualsiasi situazione del genere è quella di avvertire le forze dell’ordine e, ovviamente se necessario, i mezzi di soccorso.

Ma perché le forze dell’ordine ricoprono un’importanza rilevante? Diffida dal Modello di Constatazione Amichevole (CID) tra due parti e attendi il loro arrivo. Saranno loro a far fede legale sulle dinamiche del sinistro.

Il passo successivo è quello di fare più fotografie possibili. Mezzi danneggiati, particolari specifici ma anche qualche panoramica della zona e del manto stradale. tutto può servire.

Infine, come ultima cosa, cercate di raccogliere il maggior numero possibile di testimoni stando ben attenti a prenderne le generalità e il modo per ricontattarli in seguito.

Cosa fare se chi ha procurato l’incidente scappa?

Nel caso in cui la persona causa del sinistro riesca a fuggire, non allarmatevi, non tutto è perduto. A vostra tutela esiste il FONDO DI GARANZIA PER LE VITTIME DELLA STRADA, amministrato dalla Consap sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico. Ma come procedere in questi casi?

Ci sono un serie di passi da seguire. Per prima cosa, cercare sempre di prendere il numero di targa interessata o almeno di individuarne marca e modello.

Avvertite sempre le forze dell’ordine e, se possibile, cercate di acquisire il maggior numero possibile di testimoni oculari all’evento.

Dopo aver fatto questo, rivolgetevi ai carabiniere per sporgere querela contro il responsabile, anche se ignoto, entro 90 giorni dall’accaduto.

Come ottenere il risarcimento delle microlesioni?

Su quest’argomento molto se ne è parlato e a riguardo si è fatta molta confusione. Non è vero che l’articolo 32 della legge 27 del 24 marzo 2012 non riconosce più il risarcimento delle microlesioni. Le lesioni vengono pagate regolarmente, ma solo nel caso siano dimostrate strumentalmente con esami clinici mirati.

E’ ancora possibile ottenere il risarcimento per i danni morali e immateriali?

Certo. Su lesioni macropermanenti, per cui si intendono quelle superiori al 9%, i danni morali vengono riconosciuti in automatico. Ma non solo. E’ inoltre possibile ottenere una personalizzazione del danno, fino un massimo del 50% di quello biologico, a seconda di come le lesioni vadano a impattare sulla normale vita della persona.

Per quanto riguarda i casi di lesioni permanenti può essere riconosciuto il danno morale, purché comprovato e messo in relazione diretta con i danni fisici riportati.

Mi sono già rivolto a un avvocato (o sono seguito dalla compagnia assicurativa) e non stiamo arrivando a nulla, ha senso chiamarvi?

Se il danno non è stato ancora definito, non sono state sottoscritte quietanze di risarcimento o fatte quantificazioni è possibile ancora avere dei margini di manovra. Ricordate. La cosa importante è quella di contattarci prima di andare a sostenere la visita medico legale da parte della compagnia

Quanto devo versare di anticipo?

Tranquilli, non dovete versare nessun tipo di anticipo

Se non riesco a sostenere tutti gli esami costosi necessari come posso fare?

Grazie alla sinergia dei professionisti convenzionati che collaborano con il nostro studio, non dovrai preoccuparti di sostenere alcuna spesa. Saremmo noi ad anticipare tutte le spese necessarie per gli esami.

Contattaci

7 + 14 =

Cosa fare in caso di incidente sull'A1

La partita con l’assicurazione si vince all’80% nei primi sette giorni dall’incidente

Michele Feri

Perito Industriale, Studio Feri

Domande sull'infortunistica stradale